Piccoli commercianti e grandi catene in difficoltà COVID-19

Coronavirus, decreti governativi e paura, tanta.
Economia incerta!
Fattori esterni ed imprevedibili: i blocchi normativi e psicologici stanno creando confusione. Il comportamento del consumatore medio sarà imprevedibile.

Lavoro duro, quello dell’imprenditore: in bilico tra le stringenti e legittime disposizioni governative e gli strani comportamenti del consumatore.
La paura di restare con i frigoriferi vuoti ha spinto al rialzo il settore alimentare, mostrando incrementi di fatturato superiori al 100%. In basso gran parte degli altri settori.
Ristoranti chiusi.
Città deserte.
Piccoli commercianti che restano a galla sfruttando la chiusura dei grandi centri commerciali.
Una coperta corta e infetta destinata a squarciarsi.
E quando questo dannato Covid-19 c
i lascerà, quali saranno i possibili scenari?

Le grandi catene saranno restate a galla e i piccoli saranno ancora più piccoli: la storia si ripete, sempre.
Come reagirà l’economia?
Maggiore sarà il protrarsi della zona rossa, minore sarà la spinta al rialzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top